I gatti si stressano tanto quanto noi. I gattini che vivono solo al chiuso e quelli che vivono in famiglie con più gatti sono particolarmente inclini allo stress, che può portare a comportamenti problematici e persino a problemi di salute. Questo articolo esamina cosa può causare stress al tuo gatto, come può influenzare il suo comportamento e la sua salute e sei modi per alleviare le sue emozioni.

Cambiamenti comportamentali e fisici che possono derivare dallo stress

Diversi segni comuni di stress felino meritano la tua attenzione. Nascondersi, appiccicarsi, ritirarsi, aggressività, cambiamenti nella vocalizzazione, minzione o defecazione inappropriata (mancato uso coerente della lettiera), sbalorditivo, sopraffazione, masticazione dei piedi e attività di spostamento (“DOC”) possono essere tutti associati allo stress in gatti.

“Alcuni dei sintomi fisici comuni da cercare sono minzione frequente, scarsa o sanguinante, vomito, diarrea, anoressia (inappetenza) e aumento o perdita di peso non intenzionale”, aggiunge il veterinario in pensione Dr. Jean Hofve. “Poiché lo stress è una delle principali cause di disfunzione immunitaria, i gatti possono ammalarsi gravemente”.

Una visita dal veterinario è il primo passo

Sebbene lo stress da solo possa causare comportamenti problematici e altri sintomi nei gatti, le condizioni mediche di base possono fare lo stesso. Ad esempio, il sangue nelle urine può essere un segno di problemi alla vescica o ai reni. Il Dr. Hofve consiglia di far esaminare il gatto dal veterinario prima di presumere che lo stress stia guidando i suoi cambiamenti comportamentali. Una volta che il veterinario determina che il comportamento insolito del tuo gatto è legato allo stress, il passo successivo è capire cosa sta causando la sua angoscia.

LEGGI  20 animali che dormono dove vogliono (FOTO)

Cosa può causare lo stress di un gatto?

Noia: essere annoiato può far sentire stressato un gatto. “Il corpo del gatto è magnificamente progettato per cacciare e uccidere le prede”, spiega il dott. Hofve. “I gatti che vivono al chiuso e all’aperto oi gatti selvatici possono fare dozzine di tentativi al giorno per compiere un’uccisione, anche se solo un terzo circa delle cacce ha successo. La caccia alla preda richiede tempo, energia, movimento, intelligenza e concentrazione. Questi “gatti naturali”, tuttavia, sono molto lontani dai gattini da divano solo al chiuso. La maggior parte dei gatti domestici viene bruscamente svezzata, sterilizzata o castrata in tenera età e alimentata con una dieta a base di alimenti trasformati, con poche o nessuna opportunità di cacciare. Senza una sufficiente stimolazione mentale e fisica, questi gatti che vivono solo in casa si annoiano.

Cambiamenti nella routine: secondo il Dr. Hofve, i gattini indoor prosperano sulla struttura e sugli orari regolari. “Anche il minimo cambiamento nella sua routine quotidiana o nell’ambiente può causare stress al tuo gatto”, dice.

Conflitti tra gatti : mentre molti gatti condividono pacificamente le loro case con altri gattini, spesso sorgono problemi territoriali nelle famiglie con più gatti. “Nelle case con più gatti, le violazioni territoriali e i conflitti sono stressanti per i singoli gatti”, aggiunge il dott. Hovfe.

Altri fattori scatenanti: una varietà di altre cose può anche causare stress nei gatti, inclusi visitatori, lavori di costruzione o ristrutturazione, feste, giri in macchina e altro ancora.

LEGGI  Gatto narciso rimane affascinato dalla sua immagine riflessa (VIDEO)

Come alleviare lo stress del tuo gatto

“Ci sono sei cose fondamentali che puoi fare per aiutare a prevenire o alleviare lo stress felino”, consiglia il dott. Hofve.

1. Attenersi a un programma

“I gatti prosperano a orari regolari”, afferma il dott. Hofve. “Odiano le sorprese.” Nutrire il tuo gatto regolarmente è importante. Sebbene alcuni gatti stiano bene con due pasti al giorno, altri se la cavano meglio con tre o quattro.

2. Implementa la terapia del gioco

Sebbene tutti i giochi possano aiutare un gatto stressato, la differenza tra il gioco occasionale e la “terapia del gioco” è che quest’ultimo è un gioco programmato e interattivo. Un giocattolo di piume su una bacchetta offre al tuo gattino un’eccellente opportunità di cacciare. Tu controlli i movimenti della “preda”; la piuma può essere fatta scivolare sul pavimento o dietro una sedia, o fatta saltare e volare. Metti via questo giocattolo speciale tutte le altre volte. Pianifica le sessioni di gioco del tuo gatto alla stessa ora, una o due volte al giorno. Alimenta uno spuntino ad alto contenuto proteico (carne o pollo o fegato liofilizzato) alla fine di una caccia “di successo”.

3. Fattore di varietà

Fornisci una varietà di giocattoli per il tuo gatto, oltre alla bacchetta che usi durante le sessioni di terapia del gioco. I giocattoli laser possono essere irresistibili, ma poiché non c’è nulla di tangibile da catturare, aggiungi contemporaneamente un giocattolo sostanziale che le zampe possano afferrare. Ad alcuni gatti piace giocare la mattina presto, mentre altri preferiscono giocare subito prima di andare a dormire. Se il tuo gatto tende a svegliarti nel cuore della notte, una sessione di ludoterapia prima di andare a dormire più uno spuntino è proprio quello che il dottore ha ordinato!

La differenza tra il gioco occasionale e la “terapia del gioco” è che quest’ultimo è un gioco programmato, interattivo.

4. Regalale un’esperienza di caccia “ridotta”

Per imitare la caccia, posiziona strategicamente le prelibatezze intorno alla casa affinché il tuo gatto possa trovarle. Un’altra alternativa è un distributore di cibo “puzzle” che ti fa lavorare il gattino per il suo cibo. Questa è una buona idea soprattutto per i gatti in sovrappeso, inattivi o anziani.

LEGGI  Le 32 foto in bianco e nero di gatti più belle che abbiate mai visto

5. Accendi “Kitty TV”

La maggior parte dei gatti ama guardare fuori dalla finestra per osservare uccelli, scoiattoli e altri animali selvatici. Un tiragraffi posizionato vicino alla finestra con una mangiatoia per uccelli appesa all’esterno attirerà sicuramente l’interesse del tuo gattino.

6. Gestisci il suo stress con terapie alternative

Essenze floreali, Reiki, massaggi, digitopressione, Tellington TTouch e simili modalità di guarigione fisica ed energetica possono essere utili per ridurre lo stress. I gatti sono meditatori naturali e trascorrono molte ore in uno stato calmo ma vigile. L’uso di queste tecniche di riduzione dello stress può aiutare il tuo gatto a dedicare più tempo e una migliore qualità alla meditazione.

Se il tuo gatto soffre di stress, devi determinarne la causa e minimizzare o eliminare i fattori scatenanti. Combinando questo approccio con i sei suggerimenti di cui sopra la farà presto sentire meglio e più calma, e più simile al suo vecchio sé.