Dieta e alimentazione negli animali: cose assolutamente da evitare

Prendersi cura dei propri amici a quattro zampe è una delle cose basilari e necessarie per riuscire a instaurare un buon rapporto di amicizia con il nostro amico peloso che dipende totalmente da noi e dalle nostre attenzioni. 
Dieta e alimentazione negli animali: cose assolutamente da evitare
Riuscire a garantire una dieta equilibrata ai nostri amici a quattro zampe è sicuramente un argomento delicato e difficile da affrontare che presenta notevoli punti ancora da chiarire e diversi miti da sfatare
Una dieta equilibrata è fondamentale per riuscire a tutelare la sua salute e il suo benessere. Vi sono in commercio diverse proposte alimentari da seguire: ogni giorno siamo quasi bombardati dalla pubblicità dell’ultimo prodotto per cani o gatti introducendone le enormi qualità  e quanto possa essere buono per il nostro amico. 
Secondo studi recenti effettuati su marche alimentari differenti, ritenute complete sotto il profilo nutrizionale, si è conclusi che è necessario individuare i fabbisogni del proprio animale in relazione al suo ciclo metabolico senza lasciarci illudere dai messaggi promozionali. 
Oggigiorno si ha purtroppo il vizio di sovralimentare i propri animali avendo la tendenza a lasciare nella ciotola sempre del cibo o nei casi peggiori incrementando le dosi quotidiane facendo cadere qualcosa da tavola a volte come premio o contentino. Ciò potrebbe notevolmente danneggiare la salute del nostro amico a quattro zampe che avrà il vizio di avvicinarsi prima alla tavola e poi alla sua ciotola. 
Base per una buona dieta è che è necessario che il nostro cane o gatto assuma sempre la stessa quantità di cibo sulla sua età e al suo metabolismo in modo da evitare casi con il passare degli anni di obesità o in casi più gravi problemi al sistema epato-renale, con gravi conseguenze a livello articolare. 
Dieta e alimentazione negli animali: cose assolutamente da evitare
Poche sono le regole da rispettare per garantire una corretta alimentazione del nostro amico a quattro zampe: innanzitutto si devono evitare ossa di animali perché possono provare gravissimi danni allo stomaco causando vomito, e sangue nelle feci. Fondamentale sono il numero di pasti al giorno che devono essere almeno di due massimo tre al giorno. 
Nel caso di cuccioli è necessario fare almeno 3-4 pasti il giorno e al sesto mese passare  a una alimentazione sempre più completa ad alto contenuto proteico. Da ricordare che i gatti non possono essere trattati come i cani cui si preferisce dare una dieta basata su crocchette e cibi secchi.
E’ altamente sconsigliato cambiare marca di cibo in continuazione dato che ciò potrebbe provare l’insorgere di intolleranze e allergie nonché un danneggiamento della mucosa intestinale.  Se si vuole preferire una alimentazione casalinga è consigliabile parlarne con il veterinario in modo da bilanciarne dosi e bilanci proteici. Assolutamente da evitare cioccolata, aglio, cipolla e uva e andrebbero evitati totalmente zucchero e sale.