2015-04-21_2355

Uno degli animali domestici per eccellenza è sicuramente il gatto, sebbene non sia proprio “il miglior amico dell’uomo”: stiamo parlando di individui solitari e spesso diffidenti, il cui comportamento viene troppo spesso umanizzato. A differenza del cane, infatti, il felino risulta meno gregario e di compagnia. Questo non significa che non provi amore verso il suo padrone, tuttavia si tratta di un sentimento diverso da quello che immaginiamo: infatti, pensiamo tutti quanti che se il gatto compie determinati gesti è sinonimo di voler bene, ma se non fosse così?

Ci sono determinati comportamenti del gatto che noi scambiamo per amore, ma che in realtà potrebbero indicare altre cose. È dunque importante capire il linguaggio di questo felino, per cui vi riportiamo i 10 gesti che troppo spesso scambiamo per vere e proprie dichiarazioni d’amore, quando invece non è esattamente così:

1. Il gatto ci fa le fusa – Naturalmente le fusa sono un gesto d’affetto, ma non significa che ci ami alla follia: infatti questi felini fanno le fusa anche a perfetti estranei, l’importante è che ricevano le carezze che vogliono. È quindi un dare per ricevere. Inoltre, ci sono le cosiddette fusa preagoniche che il gatto fa quando percepisce che la sua ora si sta avvicinando: in quel caso, dunque, non è amore ma morte imminente.

2. Il gatto impasta la maglia o il pane – Un gesto che risale a quando erano piccoli e serviva per stimolare le mammelle della madre affinché potessero rilasciare latte. Da adulti, serve invece per rilasciare endorfine ed essere di conseguenza più sereni. Attenzione però, perché quando il gatto sente il bisogno di farlo, significa che è sotto stress.

3. Il gatto ci porta in dono topi e uccellini morti – Non si tratta ovviamente di un regalino, bensì il nostro felino intende dire con aria soddisfatta “guarda, anch’io contribuisco al bene di gruppo” oppure “tranquillo, visto che non sei capace di provvedere al cibo, ci penso io”.

4. Il gatto si avvicina con la coda a punto interrogativo – Si tratta di un’espressione tipica del gatto per riferire che non ha intenzioni malevole nei nostri confronti e che è piuttosto contento di vederci, ma non si può parlare di amore.

5. Il gatto viene a dormirci in braccio – Quando arriva di corsa per tuffarsi fra le nostre braccia, il gatto semplicemente pensa “un letto caldo e comodo, fammi fare un pisolino!” Alcuni dormono soltanto in braccio a certe persone, altri in braccio a chiunque, ma dipende molto dall’odore tranquillizzante che percepiscono.

6. Il gatto dorme con noi quando abbiamo la febbre – Semplicemente lo fa perché sente che emettiamo calore, per cui è il posto perfetto in cui dormire caldi; inoltre, stando a letto e non potendo fare altro, è sicuro di riuscire a guadagnarsi qualche grattino.

7. Il gatto miagola chiedendoci la pappa – Un modo furbo per farsi dare da mangiare, in quanto ha capito benissimo che ogni volta che miagola il frigo viene aperto e il suo stomaco si riempie!

8. Il gatto ci dà le testate o i morsetti  – Più che una forma d’amore si tratta di un modo per socializzare: infatti, il gatto lo fa anche con persone appena conosciute.

9. Il gatto ci dà i bacini – Gesto d’affetto sì, ma sicuramente servono molto di più per attirare la nostra attenzione: così, se in piena notte sentite la sua linguetta ruvida sulla vostra guancia, sappiate che vi sta dicendo “invece di poltrire, perché non ti alzi e vieni a giocare con me?”

10. Il gatto si struscia contro di noi – Serve per lasciare il suo odore su di noi, segnalando agli altri felini che siamo roba sua. Altro che “il gatto è il nostro animale domestico”, si crede di essere lui il padrone!